Elezioni di metà mandato in USA: la Cannabis legale trionfa per la prima volta nel midwest

Insieme alle elezioni di midterm negli Stati Uniti si sono tenuti anche 5 referendum che chiedevano ai cittadini di Arkansas, Maryland, Missouri, North Dakota e South Dakota di esprimersi rispetto alla legalizzazione della cannabis.

 

 

I residenti di 5 degli stati più conservatori degli Stati Uniti hanno votato, in un referendum nell’ambito delle elezioni di medio termine, pro e contro i progetti di legge per legalizzare la cannabis.

In Maryland e Missouri i progetti di legge sono stati approvati, mentre in Arkansas, South Dakota e North Dakota sono stati respinti.

 

Contemporaneamente il popolo del Colorado ha votato a favore di una sorta di legalizzazione dei Funghi Allucinogeni Psilocybe cubensis, 10 anni dopo essere stato il primo ad approvare la legalizzazione della cannabis.

 

Con le 2 vittorie sui 5 referendum riguardo la cannabis legale, Maryland e Missouri allungano la lista degli stati USA che hanno legalizzato la pianta per tutti gli usi.

Ora sono 21 su 50, mentre 5 città del Texas hanno deciso per la depenalizzazione del possesso di cannabis.

 

Quindi oggi, dei 50 stati, 21 hanno approvato la regolamentazione di un mercato legale della cannabis per uso ricreativo, 32 hanno approvato la non criminalizzazione e 38 hanno approvato la cannabis medica.

 

La cannabis rimane illegale a livello federale negli Stati Uniti, anche se è stata implementata la possibilità di gestire un mercato legale della cannabis negli stessi stati, mercato contrario alla legge federale a seguito del Cole Memorandum (un documento ufficiale redatto da l’ex vice procuratore generale James Cole durante la presidenza di Barack Obama).

 

 

Vittoria schiacciante della cannabis legale in Maryland

 

Vince con il 66% dei favorevoli la proposta, avanzata dal parlamento statale, di legalizzare la cannabis a partire dal 1° Luglio 2023.

Nello stato della costa ovest degli USA gli adulti potranno legalmente possedere fino a 1,5 once di cannabis e 12 grammi di concentrati di cannabis, mentre il possesso di quantità comprese tra 1,5 e 2,5 once sarà soggetto solo a multe pecuniarie.

Quantità maggiori saranno soggette alle attuali sanzioni penali.

 

Sarà invece necessario un ulteriore passaggio parlamentare per stabilire norme e regolamenti che disciplineranno il mercato della cannabis legale.

Leonardo Fiorentini, segretario di Forum Droghe e autore del libro e del podcast L’Onda Verde: Si tratta di un risultato importante in uno stato che, pure di tradizione democratica, esprime un Governatore Repubblicano. Ma ancora più importante è l’esito referendario nel Missouri, uno stato saldamente repubblicano che vede assegnata la vittoria (53% a 47% con l’89% delle schede scrutinate) alla legalizzazione della cannabis. È la dimostrazione che la sua legalizzazione è una istanza ormai trasversale.

 

Nel Maryland sarà quindi istituito un mercato legale della cannabis per scopi ricreativi in ​​cui gli adulti di età pari o superiore a 21 anni potranno anche coltivare fino a 2 piante di cannabis in casa per uso personale.

I precedenti penali per possesso di cannabis fino a 70 grammi nel Maryland verranno automaticamente cancellati, mentre i condannati per reati di detenzione diversi dall’uso personale o dal commercio illegale potranno presentare istanza al tribunale per la cancellazione del registrazione.

Allo stesso tempo, si prevede che le vendite al dettaglio inizino in pratica solo nel 2024 o nel 2025, dopo che nel corso del 2023 saranno redatti gli articoli della legge e sarà finalizzato il regolamento.

Ad oggi e prima dell’approvazione della legge, esiste un’industria della cannabis medica operante nel Maryland che è stata regolamentata nel 2013, nonché un modello di non criminalizzazione dell’uso ricreativo stabilito nell’Aprile 2014 ma solo per un importo fino a 10 grammi per uso personale. La sanzione per l’uso di cannabis è una multa di $ 100 la prima volta, $ 250 la seconda e $ 500 dalla terza in poi.

 

 

Missouri: piena legalizzazione della cannabis con l’istituzione di un mercato autorizzato

 

Anche in Missouri ma con una maggioranza più ristretta (del 53%) è stato approvato il disegno di legge per regolamentare il mercato legale della cannabis a scopi ricreativi.

Secondo il disegno di legge, gli adulti di età superiore ai 21 anni potranno acquistare e possedere legalmente fino a 84 grammi di cannabis per uso personale e coltivare contemporaneamente per uso personale fino a 6 piante di cannabis in fiore, fino a 6 giovani piante di cannabis senza fiori e fino a 6 talee.

Tutto questo ovviamente per consentire cicli di crescita regolari.

 

Sempre secondo il disegno di legge, i prodotti a base di cannabis nel Missouri saranno soggetti a un’imposta sulle vendite del 6% (da aggiungere alle imposte statali e alle accise) e, secondo le stime ufficiali, nel paese dovrebbero generare almeno $ 40 milioni di entrate annuali. I precedenti penali per consumo personale di cannabis verranno automaticamente cancellati.

Esiste già un’industria della cannabis medica operante nel Missouri che era stata regolamentata nel 2018. E nel 2014 era stata approvata una legge molto limitata sulla non criminalizzazione dei consumatori di cannabis, in cui si afferma che il possesso fino a 10 grammi di cannabis per uso personale non è considerato reato (ma solo quando si tratta della prima volta in cui una persona viene indagata in proposito).

 

 

Colorado: depenalizzazione della coltivazione e dell’uso della psilocibina e istituzione di centri di trattamento legali

 

In Colorado (che è stato il primo negli Stati Uniti ad approvare la legalizzazione della cannabis, una decina di anni fa) c’è attualmente una maggioranza a favore del disegno di legge che depenalizza la coltivazione e l’uso dei funghi di psilocibina e di fatto lo consente legalmente (fintanto che non si effettuano scambi con gli altri).

Il disegno di legge prevede inoltre che una sorta di “centri di cura” sarà istituita nel paese: qui coloro che lo desiderano potranno consumare la psilocibina legalmente, sotto la supervisione e con l’assistenza di professionisti.

 

 

 

 

Fonti: Cannabisrael, Fuoriluogo

Cover Photo by Markus Spiske on Unsplash 

 

Subscribe
Notificami
3 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments