Cara Delevingne e il suo orgasmo donato alla scienza

Noi in realtà non ne dubitavamo: quando raggiungiamo l’orgasmo produciamo endocannabinoidi.

Ora però ne abbiamo le prove! Lo studio che ha visto come protagonista la top model Cara Delevingne ha infatti scoperto, con evidenza scientifica, che quando abbiamo un orgasmo nel nostro corpo la produzione di endocannabinoidi aumenta sensibilmente.

 

 

Chi è Cara Delevingne?

 

Sette cose che forse non sapevi su di lei:

  1. ha due sorelle (anche loro modelle), Poppy e Chloe,
  2. la sua madrina è Joan Collins tra i sex symbol più affascinanti della vecchia Hollywood,
  3. è apparsa per la prima volta su una rivista a 10 anni, fotografata da Bruce Weber per Vogue Italia,
  4. con i suoi 168 centimetri di altezza è tra le modelle più basse,
  5. è un’appassionata di videogame (trascorre ore a giocare a “Call of Duty”),
  6. ha recitato in “Anna Karenina” (il film del 2012 diretto da Joe Wright), nei panni della Principessa Sorokina,
  7. la sua migliore amica è Rita Ora.

 

 

 

L’attesa per Planet Sex With Cara Delevingne, docu-serie in sei episodi con Cara Delevingne alle prese con l’analisi e l’esplorazione della sessualità a trecentosessanta gradi, in passato è stata scandita dalle dichiarazioni scioccanti che la modella e attrice britannica ha rilasciato alla stampa di settore.

Non a caso i media sono stati subito incuriositi dal nuovo prodotto Fremantle, distribuito da Prime Video (visibile anche su Sky Q e tramite la app su Now Smart Stick).

La modella ha affermato che l’esperienza sul set le ha cambiato la vita perché le problematiche legate alla sua sessualità l’avevano portata più volte a pensieri suicidi.

È quindi felice all’idea che il suo lavoro possa aiutare gli altri a sciogliere i nodi relativi alla sessualità. Ora lei ha finalmente risolto i problemi che la tormentavano.

 

L’attrice non si sente più la stessa da quando ha iniziato a lavorare a Planet Sex, documentario che incuriosisce sempre di più visto il modo in cui è stato descritto dalla sua interprete principale nonché produttrice.
Come è noto, la modella britannica, che ha costruito la sua carriera sulla passerella, è una popolare icona queer, ruolo che lei ha accettato con fierezza attivandosi in tanti campi, non ultimo quello televisivo.

Con il suo intento di esplorare la sessualità, passando per le dinamiche del desiderio, la monogamia, l’identità di genere e la pornografia, Planet Sex è stato un’occasione di grande riflessione e scoperta di sé per la Delevingne che ha ammesso di aver dovuto fare i conti con molte paure, non ultime l’omofobia e un forte senso di vergogna di sé.

La lavorazione ha inoltre fatto scoprire alla modella di essere più puritana di quanto pensasse ed ha aggiunto che non sempre è stato facile assecondare le richieste degli autori.
Tra le altre cose, alla Delevingne è stato chiesto di partecipare a un seminario sulla masturbazione che, alla fine, si è rivelato meno teorico di quanto immaginasse.

 

 

Sul set di Planet Sex With Cara Delevingne

 

Il superamento dei suoi confini, fisici e mentali, è stata un’esperienza liberatoria per Cara Delevingne che, afferma, di sentirsi bene come non mai. La top model britannica, non ha mai fatto mistero di essere bisessuale e che la sua sessualità fluida l’ha fatta sentire più a suo agio nelle relazioni con altre donne. «Amo le persone a prescindere dal loro genere», aveva dichiarato in diverse interviste.

Nelle stesse interviste la protagonista di Planet Sex si è detta felice all’idea che il documentario possa essere utile al pubblico per capire quanto ha capito lei che, tutto sommato, è stata fortunata a poter dichiarare il suo orientamento liberamente.

Planet Sex è infatti un nuovo show al cui centro troviamo la modella, attrice e sostenitrice LGBTQ + impegnata in una serie di seminari legati alla dimensione del sesso, su più fronti, che si sviluppano attraverso un viaggio globale per esplorare le questioni della sessualità e del genere.

Tutto ciò con il fine di ottenere una comprensione più profonda delle forze culturali e naturali che modellano la nostra identità, immergendosi in comunità che sperimenta il genere e il sesso in modo diverso e incontrando scienziati all’avanguardia nella ricerca.

La vedremo quindi viaggiare in giro per il mondo, da Los Angeles a New York, da Londra a Berlino, passando per Tokyo e Barcellona, per fare tante domande ai suoi intervistati e dare pace ai suoi dubbi.

«Ci sono così tante cose da sapere sul mondo del sesso, e io voglio delle risposte! », ha sottolineato più volte.

 

L’obiettivo principale di Planet Sex, secondo Cara, è molto chiaro: «Il mio viaggio è stato fortunato e privilegiato e alcune persone hanno vissuto esperienze molto più difficili. Volevo connettere le persone nel modo più autentico possibile».

 

 

 

Un orgasmo donato alla scienza

 

«Sono qui per avere un orgasmo e donarlo alla scienza». Così ha esordito Cara Delevingne!

Come ci racconta The Guardian, Cara, durante uno degli episodi della serie, si è recata in un istituto specializzato in Germania, per capire, dal punto di vista chimico, cosa accade al corpo quando si ha un orgasmo.

Spiega la Delevigne e i medici che hanno condotto lo studio: lo scopo è stato quello di prelevare un campione di sangue prima del raggiungimento del climax del piacere e uno immediatamente dopo, così da scoprire cosa sia chimicamente cambiato.

E il risultato è letteralmente stupefacente. Nel sangue prelevato dopo l’orgasmo sono state rilevate tracce di endocannabinoidi, dei cannabinoidi che il nostro corpo produce naturalmente, simili ai fitocannabinoidi presenti nella pianta di cannabis.

 

Prima di sottoporsi all’esperimento, Cara si è detta inoltre indignata per “l’orgasm gap”, ossia la disparità tra uomini e donne in termini di soddisfazione sessuale. Un fenomeno sociale ben documentato dalle ricerche, secondo cui le donne, durante un rapporto, raggiungono molto meno l’orgasmo rispetto agli uomini. In particolare, il 95% degli uomini contro il 65% delle donne.

«Ritengo che gli uomini non abbiano gli strumenti giusti per donare piacere sessuale a una donna», ha confessato la top model alle telecamere della BBC.

Ma che l’ingrediente segreto da portare sotto le lenzuola sia proprio la cannabis?

 

Così come gli effetti della cannabis variano da persona a persona, farne uso prima di un rapporto può avere i suoi pro e i suoi contro.

 

In ogni caso, un grazie è dovuto a questa originale ragazza per il suo “contributo alla scienza”.

Di sicuro la sua docu-serie riserverà agli spettatori tante altre sorprese.

 

Subscribe
Notificami
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments